Scienze della materia e dei nanomateriali

The Link identifier #identifier__119933-1English version

Comprendere il comportamento della materia alla nanoscala è una sfida scientifica e tecnologica affascinante che coinvolge la fisica quantistica, la chimica supramolecolare, la scienza dei materiali e la biologia molecolare. Indagando cosa avviene su piccolissime dimensioni, e manipolandone i sistemi, saremo in grado di realizzare soluzioni innovative per dispositivi elettronici, metodi di cura e diagnostica, preservazione di beni culturali e di aprire nuove frontiere per la scienza.

Nel dottorato di ricerca in Scienze della materia e dei nanomateriali (SMN) giovani ricercatori si confrontano con queste sfide e apprendono come diventare scienziati e tecnologi del futuro. Nel nostro Dipartimento i team della sezione di Link identifier #identifier__109204-2Nanoscienze e Nanotecnologie sono coinvolti nella formazione dei dottorandi in un ambiente che riunisce diversi gruppi di discipline:

Qui è dove immagineremo il futuro in modi che non sappiamo ancora immaginare.

image 52605

Novità e Highlights

  • É stato pubblicata la Link identifier #identifier__30238-6graduatoria finale dei vincitori e degli idonei ai corsi di dottorato di ricerca del XXXVIII ciclo formativo
  • Il seminario della nostra dottoranda Alice Apponi è stato premiato come migliore seconda presentazione tra i dottorandi e giovani dottorati all’European Conference on Surface Science (ECOSS). Link identifier #identifier__159566-7Qui trovate i dettagli della notizia.
  • Venerdì 9 Settembre 2022 alle ore 15:00 Zixin Huang del Department of Physics and Astronomy della Macquarie University (Australia) terrà un seminario dal titolo “Sub-wavelenght quantum imaging for atronomy”. Link identifier #identifier__87370-8Qui trovate maggiori informazioni.

Leggi le notizie precedenti nel nostro Link identifier #identifier__122357-9archivio.

Obiettivi

Il dottorato forma una figura professionale che sappia approcciare i problemi in modo metodologico e insieme critico e flessibile. Al termine del percorso di studio e di ricerca il dottorando sarà in grado di:

  • svolgere autonomamente ricerca sia teorica che sperimentale;
  • coniugare il lavoro di gruppo con la creatività personale;
  • avere attitudine ad elaborare modelli per la spiegazione e la predizione dei fenomeni.

Ricerca

Il corso è indirizzato a laureati in fisica, biologia, chimica e settori scientifici affini, con una forte motivazione alla ricerca di base e all’innovazione. I temi di ricerca nelle scienze della materia e dei nanomateriali  sono un’area di forte interesse per la ricerca di base e le applicazioni innovative e rivoluzionarie in una vasta gamma di campi strategici: ambiente, microelettronica, tecnologie quantistiche, salute, beni culturali e nuovi campi che si apriranno. I nostri gruppi sono ben inseriti nel contesto internazionale e partecipano a grandi progetti italiani ed europei, inoltre collaboriamo con aziende che si occupano di innovazione.

Per curiosare tra le nostre ricerche, Link identifier #identifier__67214-10ecco la lista delle nostre pubblicazioni più recenti, mentre il catalogo completo è disponibile sulla paginaLink identifier #identifier__95863-11 Iris di Roma Tre.

Didattica

Link identifier #identifier__22431-12L’attività didattica comprende lezioni frontali, attività in laboratorio partecipazione a seminari e scuole tematiche. Il dottorando sarà coinvolto,  fin dal primo anno, nelle attività dei gruppi di ricerca attivi nel dipartimento, impegnati in collaborazioni nazionali e internazionali. Gran parte delle attività didattiche (14 CFU su 20 CFU totali) sono svolte in collaborazione con il Dottorato di Scienza dei Materiali, il Dottorato in Fisica e il Dottorato in Chimica della Sapienza Università di Roma.

Sbocchi professionali

Lo sbocco lavorativo naturale di chi consegue un dottorato è nel settore della ricerca. Non solo in Università, Enti di ricerca pubblici o privati e Link identifier #identifier__179493-13grandi infrastrutture di ricerca Europee nazionali e internazionali, come Link identifier #identifier__95547-14Laboratori di luce di Sincrotrone o Link identifier #identifier__100815-15Sorgenti di Neutroni, ma anche in un fitto tessuto di industrie impegnate in programmi di ricerca applicata e innovazione tecnologica in Italia e all’Estero.

Link identifier #identifier__126529-16Link identifier #identifier__26804-17Link identifier #identifier__53680-18
Francesco Offi 17 Settembre 2022