Invasione di cavallette a Macomer e ad Ottana in Sardegna. Gli esperti: ”Ecco come si combattono”

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-30773
Invasione di cavallette a Macomer e ad Ottana in Sardegna. Gli esperti: ”Ecco come si combattono”
Dal 23 al 25 giugno il prof. Marco Bologna e la dr.ssa Alessandra Riccieri, del nostro Dipartimento, si sono recati nella Sardegna centro settentrionale per verificare l’esplosione demografica di una cavalletta (Dociostaurus maroccanus) che crea danni ai pascoli ed alle colture. Il loro intervento si inserisce in un progetto di ricerca, in fase di preparazione e che sarà sottoposto alla Regione Sardegna, in collaborazione con il prof. Ignazio Floris del Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari.
 
Infatti, il prof. Bologna studia degli insetti (coleotteri della famiglia Meloidae) di cui alcune specie sono predatrici, a livello larvale, delle uova di cavallette. Per combatterne le invasioni, che regolarmente avvenivano nell’isola tirrenica, nel 1946 vi è stata introdotta una specie di questi coleotteriMylabris variabilis, che non esisteva in Sardegna. Da allora non erano più avvenute esplosioni demografiche di cavallette, come quella che da due anni è in atto a Macomer ed Ottana, con milioni di individui. Sono stati effettuati rilievi preliminari ed incontri con tecnici regionali, oltre all’intervista su questo tema con una TV locale, Link identifier #identifier__77850-1consultabile al link.

Il progetto prevede lo studio della attuale distribuzione nell’isola del coleottero, l’analisi del suo eventuale differenziamento genetico, e le possibilità di diffusione delle sue popolazioni nell’area in oggetto ed in altre aree attaccate da questo “flagello biblico”.
 
Link identifier #identifier__129336-1Link identifier #identifier__72763-2Link identifier #identifier__32212-3